#pensierianudo n*12

Sono tornata dalle ferie, ma la testa l’ho lasciata là, in Sicilia. Sono rientrata alla mia routine da subito, ma che fatica! Qui nel mio paesetto veneto fa un caldo tropicale e afoso che non sudo, produco direttamente colla e l’unico sollievo arriva sgranocchiando ghiaccetti. (Sì lo faccio, sì lo so sono strana). Una settimana fa ero così come nel disegno, con la differenza che indossavo un costume (ma giusto per non scottarmi le parti intime visto non c’è niente di così voluminoso da nascondere…). Questo #pensierianudo l’ho fatto a maggio, ero stressata e sentivo il bisogno di mettere in pausa il cervello e mandarlo in vacanza. Non potendo farlo nel mondo reale, ho usato la fantasia e ho disegnato la cosa che più amo delle vacanze: il contatto con l’acqua, le onde e la sensazione di benessre che provo. Sto bene, sto fresca, lasciatemi in ammolo là dove il blu delle onde finisce nel blu del cielo. Dove si perde l’orientamento e il cervello galleggia sereno. In acqua come nel bosco, mi si rinfrescano i pensieri e si lavano via di tutte le negatività. La testa è così leggera che sta su da sola, l’omino che mi abita nel cervello fa le parole crociate per tenersi attivo. I capelli mi diventano un nido perfetto per ospitare nuovi simpatici amici. Posso andare in giro vestita di niente e se mi dimentico le ciabattine nessuno mi guarda male. Si cammina, si girano posti diversi e ci si riempie gli occhi di suggestioni che diventeranno dei bellissimi ricordi. Si sta sempre fuori e le ore che passano si percepiscono solo da cielo che cambia il colore. Galleggiando tra acqua e cielo sto proprio bene.

“Pensieri a nudo” è un progetto personale che condivido settimana dopo settimana su instagram e puoi seguirlo cercando #pensierianudo; oppure puoi seguire @elettraillustration così non ti perdi proprio nulla.

  • Share post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *