[calendario1]

Calendario 2019

Calendario da muro formato 20×20 cm stampato su carta usomano 190 gr (ruvidina e perfetta per appuntare impegni e cose dentro ai quadratini dei giorni).
12 disegni diversi della serie “Pensieri a nudo” + 1 di copertina così, volendo, ogni disegno può essere tagliato e incorniciato.

24,00

16 disponibili

  • Share post

Descrizione

Dopo un percorso lungo quasi un anno ho iniziato a sentire la voglia di dare concretezza ai “Pensieri a nudo”.

Volevo renderli in qualche modo utili. Così ho deciso di creare un calendario che raccogliesse 12(in realtà 13) disegni “Pensieri a nudo” che essendo così stagionali si prestavano benissimo a questa evoluzione. Ho voluto disegnarlo tutto tutto tutto, dai nomi dei giorni della settimana, ai mesi, i numeri, la griglia e le lune. L’ho fatto perché mi sembrava che linee troppo dritte o scritte troppo poco disordinate ne snaturassero la sua anima che come mi piace tanto dire è selvatica, introversa e disordinata.

E’ la prima volta che creo un calendario da muro dove ogni mese ha un suo disegno. Ho sempre desistito perché i costi di produzione per 13 pagine fronte e retro sono alti ed il rischio di rimanere con lo scatolone pieno incombe. Ma questa anno ho voluto provarci, in barba alla paura e in barba alla paranoia con lo scatolone pieno e pulsante dietro alla mia schiena sono qui a presentare il frutto delle mie introversioni:
un calendario in formato 20×20 cm che raccoglie 13 disegni della serie “Pensieri a nudo”, più dei decori per le 4 stagioni. Stampato su carta 190 gr usomano (così potete scriverci e appuntarci tutto anche usando la matita, perché i calendari sono fatti per essere riempiti -nel mio caso solo in primavera/estate, mentre in autunno-inverno è bene farlo restare bianco a causa letargo).
Detto in totale limpidità sono molto curiosa di vedere come verrà accolto e di scoprire se lo scatolone pulsante alle mie spalle diventerà un complemento d’arredo del mio studio o se sarà solo un amico di passaggio che verrà svuotato e riciclato in pochi mesi. Ho timore di aver fatto una scelta sbagliata? Ne ho avuta moltissima, non tanto per i costi di produzione che ho dovuto sostenere, ma per l’investimento emotivo che ha coinvolto. Ho voluto creare dei calendari e per farlo ho voluto creare uno e-shop di mia assoluta proprietà dove io fossi la regina indiscussa, mi sono impiastricciata in una ragnatela dentro un buco chiamato wordpress, mi sono vestita di ansia e angoscia che trasmettevo a tutti quelli con cui venivo in contatto. Mi sono fatta aiutare, ho gridato al fallimento e disturbato con un numero infinito di chiamate brevi il mio babbo che fa il nerd di professione. (Mettiamo agli atti che Sì mi ha aiutato tanto, ma Sì mi ha lasciato piangere in un angolino altrettanto spesso, così capisco le cose dice lui..) Mi sono data delle scadenze che per quanto lunghe sono state tutte ritardate. In soldoni avevo paura di deludere me stessa. Ma udite udite da quando ho visto e aperto lo scatolone pulsante la paura è passata tutta e ha lasciato posto alla felicità: ho partorito, è andata, ho fatto questa cosa che avevo paurissima di fare, sono stanchissima, ma felice del risultato sia del calendario che del mio nuovo sito/shop/raccontacose. Non sono impeccabili anzi pieni di piccole imperfezioni che io vedrò sempre, ma Hey ci sono e sono qui davanti a me. In uno addirittura ci sto scrivendo dentro. Vada come vada io ho dato tutto quello che potevo dare, mi sono messa in gioco e male malissimo che vada io avrò il mio calendario appeso al muro che tutti i giorni mi ricorderà di cosa posso fare sotto sforzo, nel tempo che non ho.